alimentazione_orto

L’orto

L’importanza dell’orto e delle coltivazioni naturali sono tematiche sempre più interessanti soprattutto da far conoscere ai bimbi che, fin da piccoli, attraverso divertenti video animati, con semplici concetti di base, possono iniziare ad avvicinarsi alla natura e ai suoi fantastici prodotti.

Dalla notte dei tempi l’uomo ha capito che la terra è fonte di energia, da allora ha iniziato a curarla fino a creare l’orto e con il passare del tempo ha affinato delle grandi capacità.
Un orto è un pezzo di terra dal quale, con tanta pazienza e lavoro, si ricavano frutta, verdura, fiori, arbusti e vegetali ornamentali.
L’orticoltura si pratica soprattutto su pianure alluvionali che possiedono un clima piuttosto mite, l’avvento delle serre ha migliorato la produzione degli orti e ha permesso di coltivare tutto l’anno e più o meno ovunque.
Il sole e l’acqua sono elementi importantissimi per avere un buon raccolto, ma cosa deve fare il contadino?

Prima di tutto deve seminare e, se vuole sempre ortaggi freschi, è importante che semini in diversi momenti dell’anno, poi deve annaffiare per avere sempre un terreno umido, inoltre deve proteggere le piante durante la stagione fredda ad esempio con serre.
Le specie rampicanti, tipo fagioli, piselli, fagiolini, zucche necessitano di sostegni nella fase della crescita e quindi il contadino deve mettere questi sostegni.
Altre pianticelle richiedono un sostegno nella sola fase di maturazione dei frutti come i peperoni, altri ancora non necessitano di alcun sostegno come insalate, asparagi, carciofi, cavoli.
La terra dell’orto è piena di sostanze nutritive, è bene che il contadino faccia una rotazione o avvicendamento alternando le colture che tendono a sfruttare al massimo il terreno: ortaggi da bulbo, tubero o radice con colture che rilasciano al terreno sostanze che lo arricchiscono aumentandone la fertilità ad esempio pomodori e leguminose o che lo fanno riposare come ad esempio cavoli.
Si otterrà così il massimo rendimento senza impoverire il terreno, è bene che ogni ortaggio non cresca nello stesso posto prima di 3/4 anni.
In un buon terreno vi è la presenza di lombrichi che producono humus rendendo il terreno da orto grasso e ben aerato.
Ma quanto deve essere grande un orto?
Normalmente, per garantire verdura e legumi per una persona adulta per tutto l’anno, occorre un orto di 100 metri quadri.

Articoli correlati

To Top
Vai alla barra degli strumenti