la storia di rudolph

La storia di Rudolph – Storie di Natale

Una storia di Natale per bambini, in quattro episodi, con protagonista Rudolph, la piccola renna dal naso rosso. Leggete la storia di Rudolph ai vostri bambini durante il periodo di Avvento, in attesa della grande festa del Natale oppure guardate la versione cartone animato sul nostro Canale Youtube Coccole Sonore. Buon divertimento!

La storia di Rudolph – Episodio 1

In un paese lontano lontano nel freddo Nord, dove la neve è più bianca e le notti più lunghe, c’è un piccolo villaggio di renne.

Alcune di queste, aiutano Babbo Natale a distribuire i doni in tutte le case. Amano giocare con la neve, correre, saltare.

Lassù, insieme ai suoi genitori, vive il piccolo Rudolph.

Tutte le renne hanno un nasino marroncino e lucido, Rudolph è diverso: il suo naso è grande e rosso,  brilla di giorno, è luminoso di notte! Ogni volta che Rudolph si sente in imbarazzo diventa ancora più rosso! Rudolph è una renna molto buona, e il suo sogno più grande è trainare la slitta di Babbo Natale, per rendere felici tutti i bambini, ma con il suo grosso naso rosso, ha paura di non essere adatto.

Il povero Rudolph a volte cerca di nascondere il suo naso, coprendolo di fango, ma dopo poco il fango si sgretola, e viene scoperto.

Le altre renne lo prendono sempre in giro: “Il naso di Rudolph è proprio uno spettacolo! Sembra una lampadina! Rosso come una rapa!”

Così Rudolph non gioca mai con loro, si nasconde, resta sempre da solo e spesso piange.

È felice solo nella sua casetta, in compagnia di mamma e papà, che lo incoraggiano e lo aiutano. Grazie a loro Rudolph spera sempre che le cose vadano meglio.

la storia di rudolph la storia di rudolphla storia di rudolph la storia di rudolph la storia di rudolph la storia di rudolph

La storia di Rudolph – Episodio 2

La sera della Vigilia, nel villaggio di renne scende una grigia e pesante nebbia. Rudolph la osserva stupito, è così fitta che si riesce a vedere solo il suo naso luminoso!

Nel Polo Nord, anche Babbo Natale sembra molto preoccupato per il brutto tempo. Non ci sono né stelle né luna a guidare la sua slitta nel buio.

Sarà difficile passare attraverso la nebbia” pensa Babbo Natale “Dobbiamo volare piano e basso per non perderci”

Così chiama a sé le sue otto renne preferite:

Fulmine, Ballerina

Donnola e Freccia

Cometa, Cupido

Saltarello e Donato! 

“Guardate la nebbia, è molto fitta, dobbiamo stare attenti questa notte!” “Venite presto, o non faremo in tempo a consegnare i regali!”

Le renne subito si preparano davanti alla slitta, Babbo Natale carica gli ultimi regali, e in pochi minuti la slitta si alza in volo.

Babbo Natale e le renne cercano di seguire le poche luci che vedono, ma rischiano di perdersi ogni passo sempre di più.

Quella sera, Rudolph, è da solo nella sua cameretta e si prepara a ricevere il suo regalo di Natale, mettendo un calzino ai piedi del suo letto. Si mette sotto le coperte sperando di vedere un giorno il suo sogno avverarsi.

La slitta di Babbo Natale vaga persa nella nebbia, le otto renne ormai sono stanche di correre senza meta, e il povero Babbo Natale non sa proprio dove andare.

Ad un certo punto, però, intravede qualcosa di luminoso, poco lontano.

Decide di avvicinarsi e vede una casetta piccola piccola, dove da una finestrella esce una bella luce rossa.

“Chissà che cosa sarà!”

la storia di rudolph la storia di rudolph la storia di rudolph la storia di rudolphla storia di rudolphla storia di rudolph

La storia di Rudolph – Episodio 3

Babbo Natale entra nella casetta per vedere da dove proviene quella bella luce rossa. Apre la porta della cameretta e trova la renna Rudolph che ronfa sereno.

Babbo Natale lo guarda stupito, e subito ha una grande idea, la migliore idea mai avuta!

Sveglia piano il piccolo Rudolph, e gli chiede se, con il suo grande naso rosso, può aiutarlo a trovare la strada per consegnare in tempo i regali dei bambini. “La notte ormai è quasi finita, e bisogna sbrigarsi!” esclama preoccupato.

Così Rudolph scrive un breve biglietto per i suoi genitori.. “Cari Mamma e Papà, non preoccupatevi, sto aiutando Babbo Natale…firmato Rudolph!”

…e partono subito, con Rudolph in testa alle otto renne, guidando la slitta con una fiera luce rossa.

Così Babbo Natale va di casa in casa, paese in paese, viaggiando tutto intorno al mondo..

e in poche ore riescono a finire le consegne e tornare verso casa, poco prima dell’alba…

la storia di rudolphla storia di rudolph la storia di rudolphla storia di rudolphla storia di rudolph la storia di rudolph

La storia di Rudolph – Episodio 4

 

Il mattino di Natale, la slitta atterra nel villaggio di Rudolph, dove nel frattempo si è sparsa la voce della sua avventura.

Babbo Natale dice a tutti gli abitanti del villaggio “Senza Rudolph stanotte non sarei mai riuscito a consegnare tutti i doni, lo ringrazio e spero che da oggi anche voi lo trattiate come un vostro caro amico”.

Tutte le renne del villaggio lo acclamano, e vorrebbero che dicesse qualcosa, ma Rudolph, rosso di vergogna, riesce solo a dire timidamente “Buon Natale a tutti!” e siccome aveva molto sonno disse anche “Buonanotte!”

Così tutte le renne, Babbo Natale e la famiglia di Rudolph festeggiano insieme, e da quel giorno Rudolph è felice: il suo sogno è diventato realtà!

la storia di rudolph la storia di rudolphla storia di rudolph la storia di rudolphla storia di rudolphla storia di rudolph

Articoli correlati

To Top
Vai alla barra degli strumenti